“Multiculturalismo” è solo una parola, una parola a cui diamo troppa importanza.

C’è un dibattito ora in Europa e anche in Italia sulla questione se la società europea/italiana è multiculturale o no. Non mi piace questo dibattito perché implica che la diversità e l’apertura sono opzionali.

Ma quale sarebbe l’alternativa al multiculturalismo? La società monoetnica, “italians-only”, “solo bianchi” o cosa? In realtà, non c’è alternativa al multiculturalismo nel mondo di oggi. Penso che le persone devono capire che il benessere economico è l’altra faccia della medaglia: non si può prosperare economicamente se non si apre alla società di immigrazione,  i flussi di informazioni, di diverse influenze culturali. Ciò che la crisi globale ci ha insegnato è che siamo tutti nella stessa barca su questo pianeta e che lo stato nazionale è forse un concetto che ha bisogno di una revisione, che deve essere eliminato perché si trova nel modo di soluzioni comuni.


0