Ciao! Sono Emilliano Luzzi, ho 39 anni. Mi sono diplomato nella scuola serale superiore in ragioneria all’età di 21 anni. Convivo ed ho 2 figli: un bambino di 11 e una bambina di 8 anni. Mi piace il calcio, le macchine e il softair.

Sono venuto in Italia tramite mio fratello che era già qua e mi ha convinto a venire all’età di 23 anni a provare fortuna nel calcio, ma poi sono finito a lavorare come il ballerino di latino americano e ora il dj di latino :-). All’inizio ho avuto un po’ di difficoltà ad adattarmi perché arrivavo da una città molto grande e divertente come Buenos Aires e sono finito in un paesino triste e freddo in mezzo al bosco. Al primo mese che ero qua volevo scappare via ma grazie al fatto che ho trovato l’amore sono rimasto. Destino vuole lei è anche Argentina! Ora invece mi sono adattato e ho imparato a valorizzare la natura. Non mi piace invece l’inverno che è troppo lungo.

Hai mai avuto esperienze di razzismo in Italia?

Non ho avuto mai una esperienza di razzismo perché fisicamente sono europeo, ma le ho sentite in confronto ad altre razze.

Quali sono le differenze principali tra l’Italia e l’Argentina?

Le differenze sono relative. L’Argentina ha il 50% di origini italiane perciò siamo molto simili. Penso che in Argentina come architettura è un po’ più moderna e mentalità più aperta.

Del mio paese mi manca tutto!! Le radici sono le radici!! Il cibo, la città, el barrio (il quartiere) e soprattutto i parenti e gli amici.
Comunque mi sono integrato facilmente, ma penso sempre di ritornare al mio Paese e passare le ultime ore della mia vita nella mia terra con la mia gente!

Secondo te l’Italia è un Paese multiculturale?

Fino a poco fa non era un Paese multiculturale. Ora lo sta diventando per forza, non per piacere di molti.


Di Eve

Multicoolty founder.
Always a learner, hungry runner, dog lover for life, world traveler, serial fish eater and espresso drinker, Juventus fan and a true multicoolty at heart!