Mi chiamo Imran Khan, vengo dal Pakistan, da un paese vicino Peshawar ed ho 24 anni.

Cosa facevi in Pakistan?

Ero uno studente di una scuola islamica.

Quando sei arrivato in italia?

Circa sette mesi fa.

Perché hai scelto di venire qui?

Il mio Paese attualmente ha un grande problema a causa dei talebani e i terroristi dello stato islamico che vorrebbero prendere il controllo, e a me non piacciono; hanno minacciato di uccidermi se non mi fossi schierato dalla loro parte.

Cosa pensi della lingua italiana?

È veramente difficile da imparare, però mi piace ed ho iniziato a studiarla.

Come?

Frequento un corso nel centro in cui vivo.

Pensi sia necessario parlare l’italiano per vivere qui?

Si certamente è di fondamentale importanza.

Quali sono le difficoltà che hai incontrato quando sei arrivato?

Principalmente la difficoltà di trovare un lavoro.

Cosa ti piace o non ti piace dell’italia?

Mi piacciono gli italiani; sono molto amichevoli e rispettosi e per la loro cultura sono buoni.

E dell’italia?

È uno tra i Paesi più belli di tutta l’Europa.

Hai vissuto esperienze di razzismo?

No mai, probabilmente perché siete brave persone.

Cosa ti ha impressionato della cultura italiana?

È molto bella sotto ogni aspetto.

A cosa hai dovuto rinunciare per venire qui?

Alla mia famiglia,  ho perso mio fratello per mano dei terroristi.

Com’è cambiato il tuo stile di vita venendo qui?

Insieme al mio stile di vita sono cambiato io, tutto era strano per me ma lentamente sto comprendendo ogni cosa.

Ti piace il cibo italiano?

Oh si, soprattutto pizza e pasta.

Mangi cibo italiano o del tuo paese?

Cibo italiano.

Cosa pensavi dell’Italia priva di arrivare qui?

Quello che penso ancora adesso, un bel Paese abitato da gente buona.

Pensi di tornare nel tuo paese?

Se i problemi del mio paese saranno risolti sicuramente tornerò in Pakistan.

Cosa trovi strano in Italia?

La cultura europea è diversa dalla mia, però conoscendo le differenze impari a conviverci.

Pensi che la società multiculturale possa esistere?

In italia esiste, molti immigrati vivono qui.

Cosa significa per te multiculturalità?

Che gente da ogni parte del mondo (dall’Asia, dall’Africa, dall’Europa e dall’America) possa vivere insieme.

Nel tuo paese esiste?

Molta gente di diverse provincie del mio paese convive negli stessi posti.

Perché alcuni italiani hanno paura degli immigrati?

Non ne ho idea, siamo persone, non animali, proprio come gli italiani. Ovunque ci sono persone buone e persone cattive, così anche tra gli immigrati, se qualcuno è cattivo è normale aver paura, però se qualcuno è buono allora dovrà essere rispettato.

Perché alcuni italiani rifiutano la multiculturalità?

È una questione culturale, qualcuno non accetta l’unione di più culture quando queste sono molto differenti come nel caso di quella asiatica o quella africana.

_________

Intervista di Benny Torregrossa e Gianluca Orlando che hanno conosciuto e fatto amicizia con Imran durante il suo soggiorno nel Centro di Accoglienza “Canonico Pagano” di San Cataldo (CL).


0