Multicoolty Italia

Ogni giorno incontriamo persone provenienti da ogni parte del mondo: persone brillanti e stimolanti che portano le loro culture nel ‘Bel Paese’ rendendolo molto più vario. E così nasce l’idea di Multicoolty … perché l’Italia, come tanti paesi europei, sta diventando sempre più multiculturale e globale.
Multicoolty racconta la vita di persone come te! Se anche tu ti senti multicoolty allora contattaci per condividere la tua esperienza … e passa la parola.
Nella rubrica I ragazzi sono in giro presentiamo le storie di alcuni multicoolties italiani emigrati in giro per il mondo.

Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Il multiculturalismo è… un’insalata mista!

Sono Rachid, vengo dal Marocco e sono in Italia da circa 20 anni. Ho scelto l’Italia perché qui lavorava mio padre. Come hai imparato l’italiano? Come tutte le cose all’inizio sono difficili ma con la volontà ci si abitua e si superano gli ostacoli. Ho studiato molto. Credi che la...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Mi prendevano alla stregua di una zingara

Ciao, mi chiamo Ewa e sono Polacca. Nel 1970 sono venuta in Italia perchè ho sposato un italiano di Novara. All’inizio parlavamo in russo, mio marito era un interprete e conosceva 6 lingue (tranne polacco) ma una volta in Italia ho imparato la lingua velocemente e per forza, avevo un...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Sono diventata musulmana

Mi chiamo Amina e sono italiana; mio marito è africano. L’integrazione? Non è facile, soprattutto se si è vissuti tra diffidenza e chiusura mentale: le persone stanno sulla difensiva. Io meno, essendo italiana. Ma ho scoperto che in Italia abbiamo ancora molta strada da fare…. Quale può esser il miglior...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Ho perso la libertà che avevo nel mio Paese

Mi chiamo Rabii, sono marocchino e vivo in Italia dal ’91; sono arrivato con mia mamma con un regolare visto temporaneo per portare avanti le pratiche legali del mio povero padre che è deceduto sul lavoro nel’90, era un muratore.  Quando siamo arrivati in Italia nessuno ci ha accolto, nemmeno...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Scappiamo per una vita migliore

Mi chiamo Elena e sono rumena. Ho vissuto in Italia per 7 anni e poi mi sono trasferita in Germania. Amo l’Italia e gli italiani ma il contesto lavorativo è tragico. Anni fa si stava meglio, poi quando le cose sono peggiorate sono stata costretta ad andare via: lavoravo senza...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Adoro l’aperitivo milanese

Mi chiamo Amy e sono una canadese che vive a Milano da ormai 6 anni. Sono venuta qua come studentessa con l’Erasmus per un anno, ma poi non sono più riuscita a lasciare l’Italia. E’ diventata la mia casa 😉 Ora sono anche sposata con un italiano che adoro 😉 Per...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Stranezze italiane

Mi chiamo Olga e sono russa. Vivo con mio marito italiano e i nostri tre figli in Puglia. Mio marito è un insegnante di lingue in una scuola e io felicemente faccio la mamma 😉 non sono mai stata fortunata col lavoro qua… un po’ ho fatto la baby-sitter, qualche mese...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Il mondo è cambiato!

Sono Raj e sono di origine indiana. Vivo a Varese, ma studio elettronica a Milano da qualche anno. Non ho mai avuto esperienze di razzismo, discriminazione si…. capita.  Qualche volte mi è capitato di conoscere italiani che facevano dei commenti non piacevoli verso gli indiani. Una cosa che mi da fastidio...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Caponero Capobianco

“Si svegliano quando è ancora buio; ammassati nei furgoni percorrono un labirinto di strade sterrate fino ai campi dove lavorano a testa bassa per oltre dieci ore. Sono i braccianti della grande piana del pomodoro italiano. Migliaia di migranti africani condannati dalla mancanza di alternative ad nutrire il grande serbatoio...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Milano non è solo il Duomo!

Cosa ti piace/non ti piace in Italia e gli italiani? Come fa a non piacerti l’Italia? E’ un paese meraviglioso, le possibilità di viaggiare qua sono tantissime! Il cibo è una cosa per cui si puó morire 😉 ed il concetto di far l’aperitivo mi fa ancora impazzire! Affermo che alcune...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Quanto sono strani questi italiani

Mi chiamo Klava e sono bielorussa. Vivo in Italia solamente da un anno…sono qua per lavoro e mi dispiace ma non parlo ancora molto bene la lingua. L’Italia è bella…ma quanto sono strani gli italiani!!! Quando ti salutano ti baciano sempre anche se ti vedono per la prima volta. I figli...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Gli italiani non possono vivere senza la pizza

Da quando ti sei trasferita in Italia si sono confermati alcuni luoghi comuni degli italiani? Avevo sentito solo che erano molto rumorosi e sempre alla moda. Se si parla di moda, gli uomini italiani molte volte sono più eleganti delle donne qua. Le donne abusano di gioielli e make-up eccessivo. Il rumore degli italiani si...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Circolazione libera per tutti

Mi chiamo Hamid e sono arrivato dal Marocco in Italia negli anni novanta, all’età di 8 anni con mia madre e mia sorella raggiungendo mio padre che era qui dal 1983. Mi sono integrato bene dato che all’epoca gli stranieri erano pochi e i coetanei nella mia zona erano solo...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Essere italiani all’estero

Avete mai sentito dire che noi italiani all’estero riusciamo sempre a farci riconoscere? Non so voi, ma viaggiando mi riesce spesso di identificare i miei compatrioti quando li incontro. Un po’ per l’accento tipico, la parlata a volume alto o i lineamenti fisici. Ma gli italiani all’estero, soprattutto i turisti di...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

L’importanza dell’integrazione

Spesso il termine integrazione prende diverse sfumature a seconda di chi ne parla. Per alcuni significa annullare la propria cultura in favore della nuova, per altri gli stranieri che vengono in Italia non sanno neanche cosa sia. Insomma, questo termine viene spesso usato a sproposito. Ecco perchè voglio tentare di...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Campososta

“Campo attrezzato di Via Salone è il campo rom più grande d’Europa. All’interno vivono circa 1200 persone rom di varia origine (rumeni, serbi, montenegrini, bosniaci). Il campo è fuori dal grande raccordo anulare (G.R.A.), non è collegato con i mezzi pubblici e non ha alcun spazio comune. La distanza tra...
Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on VkontakteShare on Vkontakte

Io sono cosmopolita

Mi chiamo Beata e sono polacca. La prima volta che sono venuta in Italia è stato 8 anni fa ed ho iniziato ad affidarmi ai libri per imparare l’italiano. Magari non parlo benissimo, ma secondo me è abbastanza comprensibile. A mio parere l’esistenza di una società multiculturale è possibile, l’importante...
Pagina 5 di 11« Prima...34567...10...Ultima »