“Beato te che ora vivi in Europa, anzi in Italia!” – sento queste parole ogni volta che torno in Russia 😉 e io invece rispondo: “Beato te perché vivi in Russia”. Noi russi, nel periodo post-sovietico avevamo una ammirazione “strana” e per me anche un po’ anomalo per l’Occidente dicendo che l’erba è più verde lì, e la politica sociale….e la vita migliore…. quasi un paradiso! Questo può essere vero…. Ma per coloro che in Russia hanno avuto un lavoro normale, una casa, un sacco di amici e tutte le benedizioni della civiltà, la vita in Italia é una prova!

Vi dico solo un po’ di cose che mi piacciono in Italia: La mia vita “senza visto”… ora posso viaggiare in tutti i paesi dell’EU senza il visto e grazie ai vari discount e i biglietti d’atrio a basso costo si viaggia tanto… molto più che in Russia. Mi piace anche il “contesto storico”. Qua ovunque tu guardi – vedrai un oggetto di valore storico: castelli, palazzi…. c’è molto da vedere…

Devo dire che la vita qua è meno stressante…. le cose si fanno con molto calma 😉 sopratutto al sud!

Le cose che non piacciono invece ci sono anche.  In Italia almeno all’inizio sei nessuno. La nostra educazione non conta, la vostra esperienza precedente non importa a nessuno. Anche se si parla perfettamente l’italiano, datori di lavoro possono sempre rimproverarvi per l’accento russo…. E parlando del lavoro, secondo le statistiche ufficiali il tasso di disoccupazione in Italia è quasi 10-12% (rispetto al 5 – 7% in Russia). Ma in pratica, le cose sono molto peggio: la disoccupazione è in rapida crescita, soprattutto tra i giovani. In Russia si può sempre trovare un lavoro….  Non c’e la sicurezza sociale.

Tuttavia, va bene dappertutto, dove noi non ci siamo…


0